Il tartufo nel mondo: intervista a Gian Marco Urbani

Il tartufo, un’eccellenza che sa raccontare al mondo le radici e le evoluzioni di una cultura senza tempo: Gian Marco Urbani ci guida alla scoperta di un prodotto simbolo dell’italianità.

08

170 anni di storia e oltre sessanta filiali nel mondo: come si gestisce l’eredità di un’azienda come la Urbani Tartufi, e che cosa viene più apprezzato del tartufo nel mondo?

— Nel nostro caso parliamo di un’azienda di famiglia che, appunto, esiste da oltre 170 anni, per cui ritengo che la mia generazione sia stata fortunata, in quanto oggi si trova a gestire qualcosa che ha una storia importante e che ha segnato un cammino che va rispettato e valorizzato. Quello che possiamo fare, insieme ai nostri figli e ai nostri nipoti, è dare alla Urbani Tartufi un’impronta che dal passato e dalla tradizione sia in grado di plasmare il suo presente in chiave moderna, soprattutto che sia capace di rispondere al mondo attuale, alla sua velocità, al dinamismo dei mercati e dei cambiamenti che investono i consumatori. Quindi, direi che l’evoluzione, così come è sempre stata per alcuni versi precorsa dai nostri nonni e dai nostri padri, continua a essere il nostro obiettivo: leggere le dinamiche del mondo che ci circonda, saperlo interpretare e, quando è possibile, anticipare.

Se parliamo di tartufo in generale, oggi a livello internazionale non è più percepito esclusivamente come un mercato di lusso: il tartufo per il mondo è un’esperienza ricca di cultura e tradizione, valori che portano con sé molto più di un ingrediente o un piatto di pregio. L’esistenza del Museo del Tartufo, a Scheggino, rappresenta in questo senso il seme storico di qualcosa che anche all’estero viene vissuta come un’identità fondamentale del nostro mondo e che rende un prodotto di eccellenza, quale è il tartufo e quale è la sua percezione nel mercato mondiale, affascinante e simbolo di un’italianità senza tempo. —

Quali sono i mercati più forti quando si parla di tartufo e verso quali rivolgete lo sguardo per il futuro?

— Oggi il mondo del tartufo sta vivendo una delle epoche migliori della sua storia ed è conosciuto, a livello globale, da tutti i mercati più evoluti, cosa non scontata se si pensa che fino a non molto tempo fa - parliamo di 10-15 anni - in diversi paesi del mondo, e persino in alcune zone dell’Italia, c’era chi pensava che il tartufo fosse un prodotto dolciario piuttosto che un frutto della terra. Il mercato europeo e quello americano sono i nostri punti di forza da sempre ed è lì che intendiamo rafforzare la nostra identità, ma il fatto che la nostra azienda abbia tante filiali nel mondo è il segno stesso dell’interesse da parte di mercati diversi tra loro per cultura e abitudini gastronomiche. Il tartufo sa incuriosire, sa affascinare per la sua stessa natura, sa coinvolgere i nostri sensi in modo non scontato.

Urbani_2023_11_2312334

Andando nel dettaglio, attualmente il consumatore asiatico sembra stia vivendo una bellissima malattia d’Occidente, in particolare per le eccellenze che si posizionano su target molto alti, motivo per cui non c’è dubbio che paesi come il Giappone, ad esempio, ci stiano dando grandi soddisfazioni, ma in questo caso si tratta di un mercato aperto oltre 60 anni fa.

Oggi, tutti i paesi del Sud Est Asiatico sono attratti anche in campo gastronomico dalle eccellenze e dai prodotti simbolo delle tipicità italiane, per cui è assolutamente viva la nostra attrazione e attenzione nei loro confronti. —

Considerando le differenze culturali a livello mondiale in relazioni alle abitudini gastronomiche, vi è capitato di dovervi confrontare con pregiudizi verso il tartufo, e se sì, quali strategie avete scelto per superarli?

UT_NUTRIMENTI_INTERVISTA-GMU_orizz

— La richiesta del tartufo nel mondo è aumentata in modo importante e lo ha fatto proporzionalmente a quanto oggi lo si conosca. Per questo, dobbiamo sicuramente ringraziare Internet e gli strumenti di comunicazione che ha messo a disposizione per diffondere, approfondire e definire una conoscenza corretta di questo prodotto. Infatti, nonostante per noi Urbani, ma anche per molti italiani, il tartufo sia un ingrediente dal piacere scontato, è indubbio che non sia così per tutti. Al di là dei gusti personali, può capitare di confrontarci con pregiudizi che solitamente affrontiamo con la volontà di approfondire le motivazioni da cui scaturiscono esperienze o valutazioni non positive.

Ci siamo resi conto, ad esempio, che la stagionalità così come la qualità di tanti prodotti che esistono sul mercato non vengano spesso rispettate. Per noi Urbani, oltre alla garanzia di un’esperienza imprenditoriale che rende i nostri tartufi un’eccellenza, c’è un elemento che va sostenuto e valorizzato: la comunicazione. Solo diffondendo una corretta cultura della terra, delle stagioni e delle caratteristiche dei tartufi che ne sono il frutto, si può arrivare a rompere barriere e pregiudizi. —

Con quali attenzioni risponde la Urbani Tartufi alle nuove esigenze di mercato?

— Il tartufo è un prodotto molto complesso proprio per la sua simbiosi con la natura, con la terra, con le piante e con le stagioni: nonostante questa sua intrinseca complessità, è un prodotto naturale, semplice e quello che facciamo oggi è dare trasparenza al consumatore lavorando anche sulla chiarezza delle nostre etichette. La nascita della nuova linea Filosofia Naturale segna proprio un ritorno alle origini, grazie all’utilizzo di materie prime naturali non lavorate e conservate per il mercato nella loro semplicità. Ma la nostra attenzione non si rivolge solo alla qualità del prodotto che offriamo e include anche l’ecosistema in cui il tartufo nasce e cresce.

truffleland-28

Ci siamo confrontati con i nostri giovani e ci siamo chiesti come, in un mondo in cui questo prodotto è sempre meno disponibile - perché le tartufaie hanno un ciclo di vita che si esaurisce, perché le stagioni e le condizioni climatiche cambiano – poterne garantire la sua continuità. Da questi interrogativi è nata Truffleland, l’azienda Urbani che ricrea l’habitat naturale in cui il tartufo può crescere, fornendo servizi di consulenza pre e post lavorazione di impianti tartufigeni, pre e post vendita di piante micorrizate, assicurando un rapporto diretto e trasparente a tutti i nostri clienti.

Tutto quello che siamo è nato dalla terra e dalla natura, solo attraverso la terra e la natura possiamo restituire ciò che abbiamo ricevuto e garantire quindi la continuità di un patrimonio straordinario simbolo dell’italianità nel mondo come quello del tartufo. —

Un legame che sa di magia e ci racconta il tartufoIl cavatore e il suo cane
LEGAMI, le ricette della terraBavette di manzo al tartufo nero pregiato
Le cose che non ti aspettiCuriosità e aneddoti sul tartufo
It/EnA magazine by Urbani Tartufi
Cookies & Privacy Policy

Questo sito utilizza cookies tecnici per tracciare il gradimento dei nostri contenuti. Accetti l'utilizzo dei cookies su questo sito per questo browser?

Seleziona quali cookies accettare
Leggi l'informativa